Una professione in grande sviluppo anche in Italia

Apr 10 • NEWS • 2768 Views • Nessun commento su Una professione in grande sviluppo anche in Italia

Fondato da Alfonso Mandara, l’Icom è la realtà formativa osteopatica più importante nel nostro paese.

L’osteopatia, secondo gli ultimi dati Istat, risulta essere tra le medicine non convenzionali più utilizzate, ma questo boom e la correlata prospettiva di profitti economici immediati porta sempre più persone, sprovviste della necessaria professionalità, a voler investire nel settore. In questo contesto, è stata di estrema importanza l’approvazione, nel 2010, del documento Oms “Linee Guida sulla Formazione e Sicurezza dell’Osteopatia” che ha segnato un passo fondamentale sulla strada del riconoscimento della pratica osteopatica in Europa. Referente ufficiale del Centro collaborante dell’Oms di Milano in ambito osteopatico è Alfonso Mandara, presidente della Federazione Sindacale Italiana Osteopati e vicepresidente del Consiglio
superiore di Osteopatia, nonché direttore della scuola Icom, la realtà formativa osteopatica più grande in Italia. “L’approvazione del documento è stato un percorso lungo e complicato ma rivelatosi necessario per l’ambito osteopatico poiché ha permesso, ai maggiori esponenti e rappresentanti del settore, di sedersi tutti attorno a un tavolo, forse come mai era successo prima, per trovare una linea e un progetto comune e condiviso per la nostra professione”, dice Mandara. L’attività dell’osteopata è stata di recente riconosciuta anche a livello italiano con il Ddl sulle professioni non regolamentate. “Questo evento resterà una data importante per tutti noi – prosegue Mandara – poiché si riconosce non solo l’osteopatia ma anche i suoi numerosi professionisti che quotidianamente migliorano la qualità di vita delle persone attraverso la loro attività ambulatoriale”. Il testo di legge garantisce maggiore tutela non solo agli operatori, ma anche ai consumatori.
Il passo successivo è quello che prevede l’autoregolamentazione attraverso il documento Uni (ente nazionale italiano di unificazione), volto a fissare le caratteristiche standard cui devono essere conformi la pratica e gli aspetti più rilevanti della professione. Un documento che, per quanto riguarda gli osteopati, è già pronto e costituirà il riferimento per tutte le associazioni di categoria. “Scopo della norma Uni è quello di delineare i requisiti relativi all’attività dell’osteopata, definito ‘la figura professionale che riconosce la disfunzione somatica della persona e la risolve attraverso un trattamento manuale’”, spiega Mandara.
Questa norma ambisce a indicare ai professionisti osteopati i compiti, la conoscenza, le abilità e competenze in conformità al Quadro europeo delle qualifiche Eqf, che collega fra loro i sistemi di qualificazione di paesi e di discipline diverse. Stando al documento è l’ente di formazione a valutare il percorso di formazione dell’osteopata in termini di conoscenza, abilità e competenza. Nello specifico, l’osteopata deve aver acquisito 300 crediti formativi, di cui almeno 40 di tirocinio professionalizzante svolto sulla persona in strutture che svolgono attività di formazione osteopatica, post diploma di maturità.
Finita la scuola di osteopatia viene effettuata una verifica con una Commissione composta da membri interni ed esterni all’Istituto di formazione. Sul fronte della formazione, l’Italia vanta del resto ottime scuole, tra cui l’Icom – International College of Osteopathic Medicine, fondato nel 2008 dallo stesso Alfonso Mandara. Con sede a Cinisello Balsamo, una aperta lo scorso anno a Torino e tre nuove strutture in via di attivazione a Busto Arsizio (Varese), Firenze e Catania.
“Icom, si configura come un vero e proprio College Osteopatico con lo scopo di offrire la miglior qualità didattica e formativa ai propri studenti”, spiega Mandara. “Oggi l’Icom di Cinisello infatti è l’unica scuola di osteopatia in Europa a garantire ai propri studenti un percorso di tirocinio clinico su 3 anni anziché 2”. Non da meno, con 7.000 mq che comprendono aule multimediali, aule studio, biblioteca, palestra, mensa, zone relax, l’Icom è una delle tre più grandi scuole di osteopatia d’Europa insieme al British School of Osteopathy di Londra e all’Ecole Superieure d’Osteopathie di Parigi.
La qualità dei docenti e dei programmi, la partnership con due istituti accademici,
uno anglosassone e uno italiano, nonché il rilascio del Master Degree in Scienze Osteopatiche Inglese (Msc Osteopathy) che permette poi di accedere al master professionalizzante in Osteopatia, organizzato da Icom e l’Università Milano Bicocca, hanno permesso all’Icom di essere oggi leader nella formazione osteopatica in Italia; oggi la sola struttura in provincia di Milano conta più di 450 iscritti tra i tre corsi attivati, full time, mix mode e corso medici.
Non da ultimo, Icom College dedica particolare attenzione all’esperienza clinica, parte essenziale e distintiva del suo metodo didattico, offrendo agli studenti la possibilità di svolgere tipi diversi di tirocinio, in linea con la multidisciplinarità che caratterizza l’osteopatia.

CINISELLO BALSAMO (MI)
tel. (+39) 02 61291828
www.icomosteopatia.it

« »