RIGENERATIVA, IL NUOVO ORIZZONTE DELLA CHIRURGIA

Nov 14 • NEWS • 1361 Views • Nessun commento su RIGENERATIVA, IL NUOVO ORIZZONTE DELLA CHIRURGIA

Il professor Michele Riccio spiega la svolta del lipofilling e l’importanza della ricerca e dell’esperienza

Gli anni Duemila sono stati contrassegnati dagli innovativi sviluppi della chirurgia rigenerativa nell’ambito della chirurgia plastica, dei quali ne bene ciano signi cativamente la chirurgia plastica  ricostruttiva ed estetica e, di conseguenza, le persone che hanno necessità di ricorrere a tali discipline mediche. Il professor Michele Riccio (www.michelericcio.it), direttore dell’Uo di Chirurgia Plastica Ricostruttiva dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria “Ospedali Riuniti” di Ancona, parte da tali premesse per inquadrare la rivoluzione che ha rappresentato nella medicina e nella  chirurgia ricostruttiva ed estetica il lipo lling, ovvero la possibilità di prelevare e inoculare nel paziente le proprie cellule adipose per ricostruire o modi care contorni e forme del corpo in maniera  del tutto naturale, senza cioè introdurre nell’organismo sostanze estranee. Una metodica, spiega lo specialista, “resa possibile dalla grande capacità che hanno le cellule adipose di rigenerare i  tessuti molli dell’organismo”. Questa metodica oggi è utilizzata “per la ricostruzione della mammella dopo rimozione di un tumore – racconta il medico – ma anche per l’aumento del volume del  seno senza dover ricorrere all’uso di materiali sintetici”. Un caso paradigmatico, questo, in cui il lipo lling ha segnato un punto di svolta, con vantaggi anche psicoa ettivi per la donna e l’eventuale partner. Del pari importante, l’utilizzo per il trattamento di cicatrici, o in medicina e chirurgia estetica per conseguire il ringiovanimento del viso e delle mani e in abbinamento alla liposuzione per  modellare alcune parti del corpo (per esempio, cosce e glutei). “Ricerca ed esperienza – prosegue il professor Riccio – sono estremamente importanti in riferimento a questa metodica. Nella  ricerca io stesso sono impegnato in diversi progetti, per a nare i metodi di prelievo e di processazione del grasso che poi viene inoculato nel paziente; anche l’esperienza è importante perché,   essendo un metodo relativamente recente, il chirurgo acquisita esperienza con la pratica”. Il professor Riccio, formazione da microchirurgo, pratica il lipo lling da molti anni e nella Uo del nosocomio in cui opera lo applica per gli interventi di medicina e chirurgia rigenerativa ed estetica su mammella, viso, cicatrici, per le lesioni dei nervi periferici e le conseguenze del morbo di  Dupuytren, oltreché in abbinamento con la liposuzione. Questo metodo biologico e naturale, conclude il professore, “consente interventi in anestesia locale, dunque a basso impatto sul paziente, e non genera cicatrici”.

« »