RIABILITAZIONE NEUROPSICOMOTORIA AI MASSIMI LIVELLI

Apr 3 • NEWS • 2583 Views • Nessun commento su RIABILITAZIONE NEUROPSICOMOTORIA AI MASSIMI LIVELLI

L’approccio globale del centro Airri, secondo le migliori metodologie.

Riabilitazione su tutti i fronti, con tecniche tradizionali, innovative e alternative. È questa l’offerta di Airri, associazione no profit attiva da un trentennio, che opera in una salubre oasi di pace ad Aversa. Situata in una zona della città priva di inquinamento atmosferico e acustico, questa realtà “si distingue da sempre per la qualità dei servizi e dello staff medico e sanitario”, afferma il presidente e legale rappresentante Giovanni Pagano. Operativa dal 1982, Airri – Associazione italiana riabilitazione e reinserimento invalidi eroga trattamenti riabilitativi ai sensi degli ex articoli 26 e 44 della legge 833/78. Lo ha fatto prima in regime di convenzione e attualmente, come da normativa vigente, in regime di provvisorio accreditamento.
La struttura è suddivisa in due fondamentali settori, quello sanitario e quello amministrativo (composto da front office, risorse umane e settore economico), attivi nel rispetto delle diverse competenze ma con un atteggiamento di continua correlazione e integrazione.
Il settore sanitario, illustra il presidente, “offre le aree di riabilitazione neuromotoria, motoria, logopedica, foniatrica, neuropsicomotricità, psicomotoria, riabilitazione paramorfismi-dimorfismi-posturali e le aree di terapia occupazionale e di fisiokinesiterapia”. Si tratta di un’offerta a tutto tondo, per la quale “garantiamo non solo le migliori tecnologie per la riabilitazione neuropsicomotoria, ma anche un’équipe polispecialistica che, seguendo criteri di approccio globale e praticando attente metodologie educative-riabilitative, cura con la massima attenzione il processo di presa in carico, supervisione e verifica”.
Le attività di diagnosi offrono approfondite visite specialistiche per fisiatria, ortopedia, foniatria, otorinolaringoiatria, neuropsicologia, neurologia, neuropsichiatria infantile, psicologia, counseling familiare, valutazioni psicometriche e cinesiologia, mentre le aree di intervento dei terapisti si rivolgono a singoli e gruppi, anche con mediazione corporea, utilizzando tecniche di rilassamento e attività ludiche. Creative, espressive e grafo-motorie. “Disponiamo di un ottimo reparto di logopedia – prosegue il presidente Pagano – che si occupa della prevenzione, educazione e rieducazione della voce, del linguaggio scritto e orale e della comunicazione in età evolutiva, adulta e geriatrica”. Inoltre, presso l’Airri si pratica la fisioterapia – con tecniche passive, attive e neuromuscolari – e la musicoterapia, una disciplina di medicina alternativa, che usa la musica per intervenire sul disagio di persone malate o affette da handicap agendo soprattutto a livello psicosomatico.
La struttura si avvale di 135 unità, tra dipendenti e liberi professionisti, “molti dei quali sono con noi fin dal primo giorno di apertura – ricorda il presidente – e ciò testimonia ulteriormente la loro esperienza, affidabilità e competenza”. Fra le tante figure presenti, vi sono il direttore sanitario e quello tecnico, il neuropsichiatra infantile e il foniatra. I pazienti possono fruire delle capacità terapeutiche di professionisti di alto livello, primi fra tutti i terapisti della riabilitazione, i neuropsicomotricisti, i logopedisti, i terapisti occupazionali e gli psicoterapeuti.
Fra le proposte riabilitative offerte dall’Airri, una delle più importanti è quella per lo sviluppo del sistema nervoso dei bambini che hanno subito una paralisi celebrare nelle fasi pre, durante e post parto. “Il nostro team – illustra il presidente Pagano – vanta specialisti in grado di seguire il bambino con metodi come il Bobath, il Kabath, il Vojta e il Perfetti, i quali danno buoni risultati dal punto di vista del recupero neurologico e funzionale”. Queste terapie stimolano varie parti del corpo per riattivare funzioni perse e con esse si iperattivano aree del cervello adiacenti a quelle perdute per favorire processi di sostituzione. “Quanto si può fare – puntualizza Pagano – dipende soprattutto dalla tempestività della diagnosi. Per questo bisogna evitare le complicanze del parto e, se complicanze ci sono state, tenere sotto controllo il neonato”. A sovraintendere tutta la struttura, c’è il Consiglio direttivo dell’Associazione, nel quale Giovanni Pagano è affiancato dai figli Nazaro e Maurizio, rispettivamente vicepresidente e direttore generale, e da Immacolata Magliulo, direttrice della commissione studi.
“I principi ispiratori della nostra attività – sottolinea il presidente – coincidono con quelli della Direttiva del Consiglio dei ministri del 27/10/1994: l’eguaglianza, l’imparzialità, la continuità, il diritto di scelta, la partecipazione, l’efficacia e l’efficienza”. La struttura dell’Airri è dotata di tutti i requisiti strutturali, impiantistici, organizzativi e tecnologici previsti dal Dgrc 2301/2001.

AVERSA (CE)
tel. (+39) 081 894823
mauriziopagano@airriaversa.it

« »