NUOVE SFIDE PER L’ORTOPEDIA

Mar 16 • NEWS • 2488 Views • Nessun commento su NUOVE SFIDE PER L’ORTOPEDIA

Per il professor Francesco Vittorio Ciniglio, sono una vocazione mirata ad aiutare il paziente a ritrovare la qualità della vita.

Viene da lontano la capacità dell’uomo di misurarsi con le sfide più entusiasmanti e difficili. Viene da una propensione naturale all’utilizzo della propria manualità e dalla capacità, a volte acquisita, a volte innata, di studio e di abnegazione. Sono caratteristiche queste che ritroviamo nel professor Francesco Vittorio Ciniglio, specialista in ortopedia, dirigente di primo livello presso l’Ospedale San Camillo di Roma, e operativo anche come libero professionista presso la Casa di Cura Salvator Mundi. Racconta che sin da bambino aveva consuetudine nel gestire le dita, le mani, per costruire e/o ricostruire, comporre e applicarsi. È un po’ quello che fa oggi, ma come nasce la passione per l’ortopedia? “Nasce in famiglia e poi cresce sui banchi all’Università e poi ancora si sviluppa durante la specializzazione ed è arricchita dall’obiettivo vissuto con passio- ne e abnegazione: ripristinare la funzionalità articolare delle persone che a causa di traumi o di artrosi perdo- no la facilità di movimento”. Con quale obiettivo lavora? “Credo che restituire autonomia, sollievo dal dolore, e la possibilità di tornare a una vita normalmente dinamica sia essenziale nel mio lavoro; cerco di giungere a questo risultato non promettendo cose impossibili ma risultati credibili come garantire una ritrovata qualità della vita”. Quali sono gli ambiti nei quali interviene maggiormente? “Mi cimento molto nella protesizzazione di anca e ginocchio, settori in cui la mini-invasività sta dando grandi risultati sia in termini di vantaggi nel breve periodo che nel lungo. L’ultima generazione di protesi infatti consente un ritorno al 100% della funzionalità articolare con tempi di recupero nettamente ridotti rispetto al passato.”

ROMA
tel. (+39) o6 588961

 

« »