MASSIMA EFFICACIA CON LA MINOR INVASIVITÀ

Set 12 • NEWS • 628 Views • Nessun commento su MASSIMA EFFICACIA CON LA MINOR INVASIVITÀ

Una continua ricerca dell’eccellenza

Mini-invasività è un termine di moda nella chirurgia, in particolare nella chirurgia della colonna vertebrale. Ma non bisogna confondere l’obiettivo con il mezzo impiegato per raggiungerlo. Il rischio è quello di concentrarsi sulle tecniche considerate più all’avanguardia perdendo però di vista, in ultima analisi, l’efficacia della cura. La precisazione arriva dal dottor Pedro Berjano, esperto internazionale nel trattamento di patologie della colonna vertebrale, da gennaio di quest’anno direttore della Divisione di Chirurgia Vertebrale GSpine4 presso l’Irccs Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano. In passato, dovuto a limitazioni tecniche, la mini-invasività era applicabile solo ai problemi più semplici. In alcuni casi, per poter offrire al paziente un metodo “mini-invasivo” si rinunciava a trattare gli aspetti più complessi del problema. Purtroppo la conseguenza era la riduzione dell’efficacia. Infatti, il paziente riceveva talvolta un trattamento meno invasivo, ma anche molto meno efficace. Dagli Anni 90 il dottor Berjano sperimenta nuovi metodi per trattare con minor invasività i problemi complessi della colonna. Il frutto di questo sforzo è che dal 2009 ha introdotto in Europa attraverso l’Italia tecniche apprese da colleghi americani che ancora oggi sono all’ avanguardia. Negli anni successivi ha contribuito a perfezionarle e allargare il loro campo d’impiego: dalle patologie meno complesse quali ernie discali, fratture vertebrali o cedimenti osteoporotici ai problemi gravi quali le instabilità, le spondilolistesi, il fallimento di precedenti interventi o le cifosi e scoliosi. “Oggi – ci spiega il dottor Berjano – trattiamo con queste tecniche più pazienti con problemi complessi di nessun altro centro in Europa. Riceviamo continue visite di colleghi di tutto il mondo per iniziarli in queste metodiche e abbiamo formato la maggior parte dei chirurghi che in Italia hanno iniziato ad applicarle. Grazie a questi metodi i pazienti ottengono risultati uguali o superiori con tecniche che consentono minor rischio d’infezione, minor mortalità, specialmente nei pazienti anziani, un ridotto sanguinamento e cicatrici più cosmetiche”. In sintesi, tecniche innovative che spingono oltre i precedenti limiti: trattare casi più gravi, curare pazienti più anziani, ottenere recuperi più agevoli e risultati di primo ordine.

 

MILANO – MONZA – ROMA – AOSTA

tel. (+39) 039 9165219

« »