L’ESPRESSIONE DEGLI OCCHI È L’ESPRESSIONE DELL’ANIMA

Nov 26 • NEWS • 1931 Views • Nessun commento su L’ESPRESSIONE DEGLI OCCHI È L’ESPRESSIONE DELL’ANIMA

Lo sostiene iI dottor Alberto Di Giovanni, specialista dello “sguardo dolce e naturale”

Un’espressione chirurgica visibile, che a differenza di altri interventi estetici dona immediatamente una nuova espressività alle persone. Così il dottor Alberto Di Giovani, chirurgo plastico-estetico specializzato in microchirurgia, definisce gli interventi al viso, blefaroplastica e face lifting in particolare che effettua nel proprio ambulatorio chirurgico, sito in via Gustavo Modena 21 a Milano, del quale è direttore sanitario. Lo sguardo di una donna o di uomo “è ciò che per primo colpisce un’altra persona”, spiega il dottore, quindi gli interventi “ridonano ai pazienti uno sguardo che rispecchia non tanto l’età, quanto la voglia di sorridere e il benessere psicologico, aspetti che si riacquisiscono guardandosi allo specchio e non vedendo più il proprio occhio pesante e gonfio, non vedendo più l’elemento che intristisce il viso”, afferma. La blefaroplastica è eseguita in anestesia locale, “sempre con la presenza di un anestesista, che garantisce la massima sicurezza del paziente”, sottolinea il dottor Di Giovanni. “Con l’intervento viene asportato chirurgicamente l’eccesso di cute presente lungo il contorno degli occhi e l’accumulo di grasso delle borse adipose, donando al paziente un aspetto più giovane, senza però modificare la morfologia degli occhi. Questi stati sono provocati dall’invecchiamento fisiologico della cute palpebrale, ma possono anche avere cause genetiche e congenite: spesso i pazienti giovani affetti da blefarocalasi, oltre all’inestetismo dello sguardo e quindi del viso, lamentano una riduzione del campo visivo, con conseguente difficoltà di lettura”, racconta il medico. Con la blefaroplastica della palpebra superiore “vengono asportate la cute e le cisti adipose in eccesso, terminando l’operazione con una sutura continua intradermica microchirurgica, che lascia una cicatrice praticamente invisibile lungo la piega palpebrale superiore. La blefaroplastica della palpebra inferiore – prosegue Alberto Di Giovanni- può invece essere eseguita mediante due diverse tecniche chirurgiche. Una, definita trans-cutanea, prevede l’incisione esterna lungo la rima ciliare inferiore e viene adottata per asportare sia la cute in eccesso che le borse adipose. L’altra, nominata trans-congiuntivale, è eseguita per asportare le borse adipose (di solito in pazienti giovani) mediante un’incisione all’interno della palpebra inferiore, lungo la congiuntiva. Quando si eseguono questi interventi – precisa il chirurgo – è fondamentale la preparazione pre-operatoria: un’anamnesi accurata e gli esami ematochimici consentono di accertare che non vi siano controindicazioni all’intervento”. Il dottor Di Giovanni esegue inoltre interventi di mastoplastica additiva, liposuzione e trattamenti di medicina estetica, operando sempre con la massima professionalità e materiali sicuri. Il dottore riceve anche a Napoli presso la Casa di Cura C.G. Ruesch in via Maria Cristina di Savoia 39.

« »