La chiropratica: cura manuale, senza farmaci né chirurgia

Apr 10 • NEWS • 2730 Views • Nessun commento su La chiropratica: cura manuale, senza farmaci né chirurgia

È efficace nel trattamento dell’ernia del disco e della sciatica, come per i bambini e per le donne in stato di gravidanza. lo confermano i dottori Alexandre Leduc e Martina Gambacciani.

La chiropratica, riconosciuta in Italia dal 2007 come professione sanitaria di grado primario, si basa sul principio che il corpo possiede dei meccanismi innati e inconsci di funzionamento e guarigione, veicolati dal sistema nervoso, strutturalmente protetto dalla colonna vertebrale e dal cranio. Una colonna vertebrale “malata” danneggia il sistema nervoso, provocando problemi di salute. Il chiropratico, dottore specializzato nel trattamento di dolori neurologici, muscolari e articolari, offre una cura manuale e naturale, senza farmaci né chirurgia, “cercando e trattandola causa del problema con il solo utilizzo delle mani, ristabilendo una schiena sana e quindi un sistema nervoso sano”, spiegano il dottor Alexandre Leduc, chiropratico specializzato nel trattamento dell’ernia del disco e della sciatica, e la dottoressa Martina Gambacciani, chiropratica pediatrica che tratta donne incinte e bambini.
La colonna vertebrale dell’uomo è formata da ventiquattro vertebre separate tra loro dal disco intervertebrale, composto da uno strato esterno duro e da uno interno soffice, che ha il ruolo di ammortizzare gli urti. “I dolori agli arti e alla spina dorsale, la perdita di forza muscolare, l’alterazione della sensibilità cutanea e il formicolio sono i sintomi dell’ernia del disco, cioè la fuoriuscita della parte interna e morbida del disco che avviene a causa di una lacerazione dello strato esterno, causato da determinate attività, oltre che dalla degenerazione legata al passare del tempo”, spiega il dottor Leduc.
“Gli esperti concordano sul fatto che l’ernia del disco sia in primo luogo un’affezione non chirurgica, da trattarsi con metodi conservativi: la chiropratica, con manipolazioni delicate delle vertebre e dei dischi, consigli sulla postura ed esercizi mirati è particolarmente adatta”. Utile anche nel prevenire e curare i sintomi collegati alla gravidanza (dal terzo mese fino al travaglio), la chiropratica permette il mantenimento dell’allineamento strutturale pelvico della donna, consentendo al bambino di presentarsi nella posizione ideale per il parto. “L’armonia fisica tra madre e bimbo permette di ridurre la durata del travaglio e del parto, diminuendo la possibilità di un cesareo”, spiega la dottoressa Gambacciani. Il trattamento chiropratico può continuare sul neonato, che con il parto “subisce un primo trauma, possibile causa di compressioni del cranio, plagiocefalia, torcicollo, lussazione delle spalle o delle anche”. La chiropratica aiuta il bambino anche in caso di coliche, rigurgiti, pianti, otiti e difficoltà a poppare, o a prevenire sintomatologie come scoliosi, ginocchia e piede varo o valgo.

FIRENZE – SESTO FIORENTINO
– VIAREGGIO
tel. (+39) 333 8596396 (Dottor Leduc)
tel. (+39) 334 7942917 (Dr.ssa Gambacciani)
www.chiropraticafirenze.com
www.studiochiropraticoestibal.com

« »