INFEZIONE DA HPV E IMPORTANZA DELLA VACCINAZIONE

Il Papillomavirus rappresenta l’infezione sessualmente trasmessa in assoluto più frequente. L’assenza di sintomi ne favorisce la diffusione e la popolazione più a rischio è quella di età compresa tra 14 e 19 anni. Esistono in natura oltre 120 ceppi di HPV,alcuni responsabili di lesioni benigne ( esempio i condilomi ),altri di lesioni capaci di evolvere in neoplasia.Circa il 70% di tutte le lesioni pretumorali sono attribuibili a 2 ceppi di HPV,il 16 e il 18,mentre quasi il 90%dei condilomi è causato dai tipi 6 e 11. I vaccini contro il Papillomavirus sono composti da proteine purificate da alcuni ceppi di HPV, che non contengono materiale genetico del virus e, pertanto,non sono in grado di provocare infezioni.Al momento sono disponibili 3 vaccini:il vaccino bivalente (ceppi 16 e 18),il quadrivalente( anche ceppi 6 e 11) e il nonovalente ( anche contro i ceppi  1,33,45,52 e 58). I vaccini sono indicati a partire da 9 anni di età e esistono studi che indicano la persistenza di anticorpi circa a 9 anni dopo. Per quanto riguarda gli effetti collaterali, i trial clinici hanno descritto un buon profilo di sicurezza per entrambi e non è stato rilevato alcun aumento del rischio di sviluppare patologie autoimmuni. E’ importante però sottolineare che,dal momento che i vaccini disponibili contro l’HPV non prevengono la totalità delle infezioni da Papillomavirus ad alto rischio, la vaccinazione non sostituisce l’abituale screening del collo dell’utero con il PAP test o l’HPV test secondo le indicazioni dello screening nazionale.

SPECIALISTA IN GINECOLOGIA E OSTETRICIA
DOTT.SSA VALERIA SORO
PAVIA (PV)
tel. (+39) 038234172

valeriasoro@icloud.com

FAI SUBITO UNA DOMANDA AI NOSTRI SPECIALISTI!
Compila il form sottostante

Categoria domanda

Nome (richiesto)

Cognome (richiesto)

Telefono (richiesto)

Email (richiesto)

Provincia (richiesto)

Messaggio

« »