DALLA RICERCA CLINICA IN DERMATOLOGIA

Nov 26 • NEWS • 3610 Views • Nessun commento su DALLA RICERCA CLINICA IN DERMATOLOGIA

Possibili risposte per alcune malattie genetiche, oncologiche e cronicheù

La dottoressa Elena Campione è un medico specializzato in dermatologia e venereologia. Opera a Roma presso la Clinica Dermatologica del Policlinico Tor Vergata e presso lo Studio Medico Eur. Da diversi anni è impegnata nella ricerca di tipo traslazionale, che significa la possibilità di trasferire conoscenze dal campo della ricerca di base a quello della ricerca applicata, con ricadute immediate in campo clinico. L’attività di tipo clinico riguarda le patologie cutanee oncologiche benigne e maligne, i tumori epiteliali, come le cheratosi attiniche, i carcinomi squamocellulari e basocellulari, e i tumori melanocitari, come i melanomi. “L’approccio chirurgico – spiega – rappresenta ad oggi l’atto terapeutico più efficace per i melanomi sottili cutanei. Per i tumori epiteliali più comuni, come le cheratosi attiniche e i carcinomi basocellulari, si possono utilizzare invece innovative ed efficaci terapie mediche locali”. “Una semplice visita della cute può aprire scenari  importanti per la prevenzione di patologie genetiche o sistemiche altrimenti sconosciute, come la leiomiomatosi cutanea e uterina talvolta associata ai tumori del rene”. “Per le dermatiti  infiammatorie come la dermatite atopica e la psoriasi che cronicizzano, un buon dermatologo è orientato verso un approccio biopsicosociale, che prende in carico il paziente globalmente, percui il corpo non è svincolato dalla sua psiche e dal suo contesto sociale. In molti casi intervenire sulle malattie cutanee in termini esclusivamente dermatologici sarebbe un po’ come occuparsi solo del sintomo senza ragionare su tutte le possibili concause”, conclude la dottoressa, che infatti nel suo team si avvale della professionalità della dottoressa Claudia Galluzzi, psicologa.

« »