Cosa può fare l’Osteopata per l’ernia del disco?

Protrusioni e ernia del disco, l’osteopatia tra le cure migliori!

Molte persone ne soffrono, due persone su tre durante la loro vita dovranno purtroppo fare i conti con il mal di schiena. Tra le principali cause della lombalgia troviamo le protrusioni ovvero l’alterazione del disco intervertebrale e tra queste la più grave e conosciuta è proprio l’ernia del disco. Molte persone ne soffrono, ha cause molto varie che spesso non sono conosciute da chi ne è vittima. Il sintomo più ricorrente è l’infiammazione del nervo sciatico da cui deriva il termine sciatalgia o lombo-sciatalgia, così denominata a seconda se il dolore è confinato al decorso dello stesso nervo, ovvero tutta la gamba dal gluteo al piede, o piuttosto include anche il dolore alla zona lombare.

Tra le proposte per risolvere questa problematica l’osteopatia può essere un aiuto importante. L’efficacia del trattamento osteopatico è determinata dalla peculiarità di questa disciplina manuale che, come noto, non si occupa mai solo del problema specifico o del sintomo ma prende in carico la necessità di trattare tutta la persona. L’osteopata dispone di differenti modalità di approccio e riesce in alcune sedute a ripristinare al meglio ciò che la colonna ha perso incappando nel problema che abbiamo descritto. Il trattamento osteopatico già dalle prime fasi concorre a dare un contributo alla gestione del dolore, attraverso piccole manovre sui tessuti molli (fasce e muscoli) estremamente efficaci e per nulla dolorose. In queste primissime fasi il trattamento favorisce un vero e proprio drenaggio linfatico, migliorando il micro circolo e favorendo i processi antinfiammatori propri del nostro corpo. Inoltre, se il medico ha suggerito l’utilizzo di farmaci in questa fase, il trattamento concorre ad aumentarne l’efficacia permettendo al principio attivo di raggiungere meglio e più in profondità tessuti e muscoli dolorosi. Tra le principali cause delle lombalgie troviamo la riduzione della corretta curvatura della colonna e la disidratazione dei dischi intervertebrali, situazioni solitamente di carattere soggettivo e individuale che vanno analizzate per ogni individuo. L’approccio osteopatico tiene molto conto di questi aspetti e si propone sempre di migliorare e ripristinare le condizioni iniziali in modo da favorire il recupero. L’osteopata agisce anche con un approccio definito cranio sacrale che permette di alleviare la tensione a cui tutto il sistema nervoso è sottoposto, riesce così a produrre i primi importanti risultati sul dolore anche lavorando a distanza della zona colpita dall’ernia del disco rassicurando molto la persona perché questi trattamenti oltre a non essere dolorosi sono anche molto rilassanti. Successivamente con specifiche tecniche ripristina la mobilità dove la colonna è divenuta rigida a causa del problema e con una sequenza di alcune sedute permette al tratto colpito di tornare a funzionare correttamente e in armonia con tutta la colonna vertebrale.

Sintomi dell’ernia e cosa fare prima di rivolgersi all’Osteopata

Tra le caratteristiche di questa patologia discale si riscontra spesso non solo dolore ma anche riduzione della sensibilità della cute, formicolii, alterata percezione del caldo e del freddo, debolezza muscolare e addirittura deficit motori con vera e propria difficoltà nel camminare in modo corretto. Se percepite questi sintomi vi consigliamo di rivolgervi ad un Osteopata per una Valutazione Osteopatica il quale analizzerà la vostra situazione nella globalità.

 

 

Riferimenti

DR. ANDREA LAZZARI
LOREGGIA (PD)
tel. (+39) 333 8232728
info@osteopatialazzari.it
www.osteopatialazzari.it

FAI SUBITO UNA DOMANDA AI NOSTRI SPECIALISTI!
Compila il form sottostante

Categoria domanda

Nome (richiesto)

Cognome (richiesto)

Telefono (richiesto)

Email (richiesto)

Provincia (richiesto)

Messaggio

« »