CHIRURGIA ARTROSCOPICA E PERCUTANEA

Nov 27 • NEWS • 3304 Views • Nessun commento su CHIRURGIA ARTROSCOPICA E PERCUTANEA

Per assicurare al paziente mini-invasività, ottimi risultati e veloce reintegro nelle attività quotidiane

Èun’attività chirurgica in continua evoluzione e ricerca quella svolta dal dottor Antonio Giardella, iniziata sin da quando, ancora studente di chirurgia all’Università di Napoli, intraprese un percorso formativo di tre anni che lo ha portato a frequentare una serie di cicli semestrali al Rothman Institute dellla Thomas Jefferson University (Usa) e all’università di Marsiglia (Francia). L’esperienza all’estero è stata indispensabile per approfondire e ricercare le migliori tecniche chirurgiche riparative e ricostruttive mini invasive della spalla, del ginocchio e della caviglia, i tre distretti che ancor oggi appassionano maggiormente il dottor Antonio Giardella e sui quali, da sempre, ha focalizzato la propria attività. Dopo il rientro in Italia, il chirurgo ha ultimato la specializzazione all’Istituto Clinico Humanitas di Milano, proseguendo gli approfondimenti sulla chirurgia mini invasiva e facendone sia argomento di tesi che di diverse altre pubblicazioni. All’Istituto Clinico Humanitas, dove il chirurgo opera a tutt’oggi, “approfondisco sia dal punto di vista scientifico che chirurgico le attività che riguardano le tecniche minimamente invasive per i pazienti, con l’obiettivo di essere un professionista moderno e al passo con le richieste della società, che sempre maggiormente è indirizzata a interventi chirurgici di spalla, ginocchio e caviglia poco invasivi, precisi e veloci”, spiega Antonio Giardella. “Oggi – prosegue – la tendenza è di effettuare una chirurgia programmata che non solo assicuri ottimi risultati, ma garantisca anche una considerevole velocità di reintegro nell’attività lavorativa e sportiva quotidiana. I due grandi temi di intervento sono dovuti alle patologie degenerative delle articolazioni oppure alle patologie traumatologiche connesse a incidenti sportivi e stradali. La chirurgia ortopedica riparativa della spalla e quella riparativa e ricostruttiva del ginocchio vengono effettuate per lo più in artroscopia, mentre sulle patologie del piede si interviene con la chirurgia percutanea, una moderna tecnica che consente incisioni piccolissime sul paziente. La continua ricerca che svolgo sui temi della chirurgia mini-invasiva – conclude il dottore – è possibile perché la struttura in cui opero è all’avanguardia sia per la formazione che offre al proprio staff, sia per lo strumentario innovativo di cui dispone, senza il quale sarebbe impossibile aggiornare la propria professionalità, che necessita obbligatoriamente di competenza e pratica”.

« »